instagram

Il nostro piccolo tour delle spiagge

Incorniciate dal cielo azzurro e dal mare cristallino, da un clima mite e da un'atmosfera suggestiva, uniche e particolari “nel cuore minerario dell'Elba” sono le SPIAGGE di tutto il versante orientale, da Porto Azzurro a Rio Marina, fino a Cavo.

Questo il percorso di spiagge da Noi intrapreso e che Vi suggeriamo ..

..SCENARI in cui la linea blu del mare si confonde con l'orizzonte del cielo, in cui la natura cresce e vive selvaggia e spontanea negli angoli più impervi...

in cui tutto diventa occasione di “scoperta e riscoperta” DI EMOZIONI E SENSAZIONI..

..Iniziando a percorrere la costa da Sud verso Nord, dai confini con il territorio di Porto Azzurro verso Rio Marina, incontriamo la spiaggia di Reale, una piccola baia integra e selvaggia, incorniciata da due piccoli promontori di roccia scura su cui crescono numerosi fichi d'india tra scope e ginestre selvatiche.

Un grazioso e ben servito stabilimento balneare offre anche il servizio di ristorante direttamente sulla spiaggia, con possibilità di attività di snorkeling e windsurf. Spettacolare la colorazione nera brillante che la sua sabbia ha assunto nel tempo per la presenza di giacimenti di ferro.

Alle sue spalle, separato dal mare da una duna, troviamo il Laghetto di Terranera, uno scenario mozzafiato di natura selvaggia in cui la lucentezza di microcristalli di ematite e pirite è contornata dalla sabbia scura di tutto il territorio circostante. Nel laghetto è vietata la balneazione, ma sicuramente una passeggiata immersi nella quiete di questo paesaggio, sarà un'esperienza unica!

Proseguendo poco dopo, decidiamo di andare alla scoperta della graziosa caletta

di Capo d'Arco.. protetta da un piccolo golfo e circondata da scogli levigati con ghiaia fine e chiara.

A piedi alla fine ..riusciamo a raggiungerla, percorrendo un sentiero privato, un po' ripido, che presume il ritorno in salita un po' faticoso.!! E' consigliabile anche via mare,

buona occasione per fare attività subacquee nei dintorni.

Rientrando nella strada provinciale, arriviamo a Rio nell'Elba... e come piccolo fuori programma andiamo a visitare l'orto botanico nell'Eremo di Santa Caterina”...

entrando c'è una vista stupenda.. davanti ha il mare e lì, ci sono tutte le piante dei monti dell'Elba.

Si trovano tutti i vitigni, fiori e piante medicinali usate nel passato, alberi di agrumi e le rarità dell'Arcipelago, l'uliveto e anche un piccolo orto estivo riese..”

( A Vostra disposizione nell'organizzare visite all'Orto dei Semplici Elbano, o per qualsiasi ulteriore informazione).

Guardiamo verso il mare, e intravediamo una piccola insenatura: la baia di Ortano.

Lasciando alle nostre spalle i profumi intensi di rose antiche e di lavanda, seguendo le indicazioni, facilmente, in pochi minuti ci ritroviamo in uno scenario naturale inusuale: incorniciata tra le rovine di un'antica miniera e circondata da alte scogliere di un verde selvaggio: una piccola insenatura con sabbia fine e ghiaia che si estende fino alle calette dei piccoli isolotti situati di fronte.. a nuoto decidiamo di raggiungerli!

I suoi fondali sono ideali per seawatching.

Arrivando in paese, e seguendo le indicazioni per la Via panoramica di Rio Marina, raggiungiamo da una stradina sterrata al numero civico 23.. un piccolo sentiero in un bosco di lecci,che ci porta alle bellissime spiagge del Porticciolo, di Luisi d'Angelo e di Marina di Gennaro.

A picco sul mare, racchiuse da scogli stratificati, sono ideali per chi ama la tranquillità e le zone d'ombra. Da ricordare che non essendo attrezzate, bisogna organizzarci con pranzi a sacco per poter stare comodamente tutta la giornata..

*Noi siamo a Vostra disposizione nella preparazione di tutto il necessario! *

Il nostro “tour” delle spiagge riprende l'indomani.

Al crescere del sole, dopo aver fotografato la Torre, deliziosa spiaggia che si affaccia sul porticcolo di Rio Marina, proseguiamo in direzione di Cavo, e subito lungo la strada provinciale guardando verso il mare, osserviamo la spiaggia di Vigneria, che raggiungibile solo via mare, non ci permette di toccare con mano incredibili pietroni grossolani nero-rossastri sparsi qua e là, residui di minerali di ferro ed ematite che donano a questo piccolo angolo una lucentezza insolita.

Poco distante, la spiaggia di Ripa Bianca, dall'aspetto selvaggio e silenzioso. Creano particolare atmosfera i tronchi “radicati e levigati” in riva al mare, lasciati nel tempo dalle mareggiate.

Da qui, ma solo via mare, Vi suggeriamo anche un'altra caletta: Il Malpasso di Rio, la cui posizione così isolata, la rende un luogo molto tranquillo e suggestivo, anche per il contrasto cromatico che, ad occhio nudo ci colpisce, tra la sabbia nera, le pietre rosse e il luccichio dei frammenti di pirite. Fantastico!

Proseguiamo lungo il Belvedere della strada provinciale che collega Rio Marina a Cavo, con degli squarci di panorama affascinanti.. è una giornata limpida. Il cielo azzurro pulito da qualsiasi foschia ci permette di intravedere in lontananza la costa dell'Arcipelago Toscano e le sue isole.. rimaniamo immersi nel silenzio per qualche minuto...

Finalmente, ecco la spiaggia di Topinetti.. in una delle nostre guide leggiamo che, per la sua sabbia così finemente nera e brillante, ben visibile dal mare, gli antichi battezzarono l'isola “Aethalia” , la Fuligginosa.

Procediamo ancora un po' e incontriamo anche la spiaggia di Cala Seregola, particolare anche quest'ultima per il suo aspetto roccioso e contornata da ricca vegetazione e scogliere.

Un po' di relax e sole, ci permette di fare una piccola riflessione sull'incredibile atmosfera così un po' surreale che si respira in questo tratto di costa mineraria..

Ben attrezzate con piccoli punti di ristoro e dotate di parcheggio.

La marina molto esposta al vento, ci permette anche di fare windsurf!

Nascoste tra pinete di lecceti, scopriamo le spiagge del Direttore e del Fiammingo,

che raggiungibili da un breve percorso e immerse nella tranquillità più assoluta, con le loro ampie zone d'ombra, ci garantiscono un buon riposo nelle ore più calde di sole.

Nel tardo pomeriggio, arriviamo a Cavo, e decidiamo di fare una bella passeggiata lungo tutto il suo litorale, molto ampio e comodo. Percorriamo via capo Castello fino al n.20, e da lì percorrendo uno stretto sentiero, arriviamo a Cala dell'Alga, piccolo e grazioso arenile di sabbia e ghiaia che lascia intravedere un fondale marino mozzafiato.. e allora decidiamo per lo snorkeling!

La nostra guida ci suggerisce di percorrere dei percorsi di trekking di circa mezz'ora da Cavo, per arrivare infine a Cala Lentisco e a Cala Mandriola.

Di una bellezza suggestiva per l'acqua cristallina e per le piscine naturali che si sono formate in seguito alla corrosione degli scogli, circondate da una vegetazione mediterranea e da boschetti di pini, sono ideali per chi desidera una giornata di mare in un contesto ambientale incantato e selvaggio...

Lasciamo a Voi la loro scoperta … per emozionarsi in prima persona.. fino ad arrivare alla punta di Capo Vita, la più settentrionale dell'Isola da dove sembra di toccare “il continente” con un dito..

Buona vacanza e non dimenticate che ..per ogni consiglio di mare sabbia e spiaggia noi siamo sempre a Vostra disposizione!!